La vendita o dismissione di un carello appendice

Coloro che si avvicinano per la prima volta ad un carrello tenda (e più in generale coloro che hanno la necessità di un carrello per il trasporto di merci e/o bagagli) hanno spesso dei dubbi circa la normativa che regola la circolazione su strada di questi specifici oggetti.

Per cercare di dare un’informazione corretta da un punto di vista normativo e legislativo e, soprattutto, comprensibile a tutti abbiamo posto alcune domande in merito al Dott. Angelo Coli, Comandante del Corpo di Polizia Municipale del Comune di Crespina (Pisa) il quale, con grande spirito di collaborazione ed estrema gentilezza e professionalità, ci ha fornito le seguenti risposte.

Per facilitare la lettura abbiamo qui di seguito elencato le domande poste al Comandante Coli, evidenziando una sola risposta alla volta, per leggere le altre risposte clicca sulla domanda:

[D] Comandate Coli, come sono inquadrati dal Codice della Strada i carrelli appendice?

[D] Quali sono le caratteristiche tecniche perché un carrello rientri nella categoria dei carrelli appendice?

[D] Come viene identificato il carrello appendice?

[D] Quindi in sostanza il carrello appendice è parte integrante dell’automezzo che lo traina e di fatto può essere trainato solo dal veicolo nella cui carta di circolazione risulta associato e non da altro veicolo pur dotato di gancio di traino omologato e registrato sulla propria carta di circolazione?

[D] Abbiamo quindi stabilito che il carrello appendice è considerato parte integrante del nostro automezzo. Cosa succede pertanto in caso di vendita o cessione del carrello stesso?

[R] Deve essere obbligatoriamente apportata una modifica alla carta di circolazione dell’autoveicolo che annulli la presenza del carrello appendice e svincoli l’automezzo dal traino del carrello indicato sulla carta.

Nella seguente figura è rappresentato il caso in cui un autoveicolo era già autorizzato al traino di un determinato carrello appendice, ma la relativa dicitura è stata successivamente annullata mediante indicazione e timbro della motorizzazione civile, in quanto il carrello è stato alienato dal proprietario e quindi, tramite l’eliminazione dell’associazione all’autoveicolo, non dovrà più accompagnare quest’ultimo alla revisione periodica effettuata ai sensi del codice della strada:

Carrelli appendice carta di circolazione

La dicitura “annullata” era relativa ad un carrello appendice con numero identificativo del telaio “PAAR7485”, lunghezza pari a 2 metri, larghezza pari a 1,2 metri e massa complessiva a pieno carico di 300 kg (quindi rientrante nella categoria di cui alla lettera b dell’articolo 205 del regolamento di esecuzione); è inoltre indicata la tipologia dei pneumatici del carrello appendice (4.00-8) ed il freno meccanico ad inerzia. Successivamente resta riportata la dicitura relativa al gancio di traino dell’autoveicolo, per il quale è consentito il traino di un rimorchio (ma naturalmente anche di un carrello appendice) di massa complessiva massima fino a 1500 kg e larghezza massima fino a 2,5 metri.

[D] Che tipo di targa dobbiamo utilizzare quindi per un carrello appendice?

[D] Quali sono i limiti di velocità di un veicolo che traina un carrello appendice?

[D] Che tipo di patente occorre per il traino di un carrello? In altre parole, la patente B, posseduta dalla maggioranza degli automobilisti, è sufficiente per trainare un carrello appendice?

[D] Ai fini assicurativi, nel caso del traino di un carrello appendice è necessario stipulare una polizza assicurativa aggiuntiva?

 
Cerca nel web:

Vita in tenda

Vuoi raccontare la tua esperienza di vita in tenda? Vuoi dare qualche suggerimento utile a chi si vuole avvicinare a questa nuova esperienza? Inviaci la tua storia, i tuoi aneddoti, i tuoi consigli, saranno pubblicati nella sezione "Vita in tenda".
Per inviare il tuo contributo compila il modulo presente in questa pagina.